Sistema Statistico Regionale
VENEZIA - DORSODURO   Rio dei Tre Ponti 3494/A
Vai alla versione in inglese  

Ad aprile autorizzate in Veneto 113 milioni di ore di Cig

Secondo i dati pubblicati dall’Inps, in Veneto nel mese di aprile 2020 sono state autorizzate 112.707.324 ore di cassa integrazione guadagni (cig); l’effetto drammatico della pandemia da Covid-19 sul mercato del lavoro è evidente: in un solo mese sono state autorizzate quasi lo stesso numero di ore che sono state concesse in tutto l’arco del 2010 (124,5milioni), anno durante il quale la crisi economica è stata più dura.
Per fronteggiare le difficoltà delle imprese che hanno sospeso o ridotto l'attività lavorativa per eventi connessi all'emergenza epidemiologica, il Decreto Cura Italia e il successivo Decreto Rilancio hanno potenziato la cassa integrazione ordinaria, che viene concessa anche a chi stava già usufruendo della Cig straordinaria, e la cassa integrazione in deroga. Per questo motivo, l’89% delle ore concesse in Veneto ad aprile è a gestione ordinaria (oltre 100,3 milioni) e il 10% in deroga (11,5 milioni). Inoltre, quasi tutte le ore di cig ordinaria e in deroga sono state autorizzate con causale ‘emergenza sanitaria COVID-19’ (99%).
I confronti congiunturali e tendenziali esprimono lo shock che il mercato ha subìto: in Veneto sono state concesse 1.771.475 ore di cig ad aprile 2019 e 3.689.304 a marzo 2020. Riportiamo anche le variazioni percentuali, nonostante siano poco significative visti i diversi ordini di grandezza: ad aprile 2020 si registra +2.955% rispetto al mese di marzo 2020 e +6.262% rispetto ad aprile 2019.
L’80% delle ore complessivamente concesse sono state richieste da aziende operanti nel ramo dell’industria, il 10% nell’edilizia e un ulteriore 10% nel commercio (classificazione secondo il codice statistico contributivo Inps). Scendendo nel dettaglio, il settore che ha registrato una congiuntura più sfavorevole è quello degli alberghi, dei pubblici esercizi e delle attività similari; per questi lavoratori l’anno più duro della crisi economica è stato il 2013, quando erano state concesse poco più di un milione di ore di cig: nel solo mese di aprile 2020 sono state concesse il triplo delle ore di tutto il 2013 (3.133.802 ore).