Sistema Statistico Regionale
VENEZIA - DORSODURO   Rio dei Tre Ponti 3494/A
Vai alla versione in inglese  

Tre giornate internazionali dedicate all’ambiente

In continuazione ideale con FridaysForFuture, lo sciopero degli studenti contro i cambiamenti climatici del 15 marzo che ha visto una partecipazione record nelle piazze di tutto il mondo, in questa settimana sono tre gli eventi mondiali dedicati all’ambiente.
L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 21 marzo Giornata Internazionale delle Foreste. A partire dal 2013 questa ricorrenza ha l’obiettivo di accresce la consapevolezza verso l’importanza che il patrimonio arboreo ha per la sopravvivenza di tutto il nostro Pianeta.
Le foreste rappresentano, infatti, il più importante serbatoio di biodiversità, garantiscono la protezione del suolo, la qualità dell'aria e delle acque, forniscono importanti beni e servizi. Mitigano, inoltre, gli effetti dei cambiamenti climatici, poiché funzionano come serbatoi di assorbimento del carbonio, e forniscono una protezione naturale contro gli effetti del dissesto idrogeologico.
Nella regione del Veneto le superfici forestali occupano circa un quarto della superficie, per un totale di oltre 389 mila ettari, con una incidenza maggiore nelle zone montane e collinari.
In Italia le regioni con il maggior rapporto tra superficie totale e superficie forestale sono il Trentino Alto Adige, la Toscana, la Liguria, l’Umbria, la Sardegna e la Calabria.


Mappa: % di superficie forestale in rapporto alla superficie regionale Fonte: Ufficio di Statistica della Regione del Veneto su dati FAO

Il 22 marzo si celebra la Giornata mondiale dell’Acqua, ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, che rappresenta un momento dedicato alla sensibilizzazione sulla questione dell'acqua al giorno d’oggi, con particolare attenzione alle criticità legate all'accesso all'acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici. Ogni tre anni dal 1997, il "Consiglio mondiale sull'acqua" convoca il World Water Forum (Forum sull’acqua) durante la settimana in cui cade il giorno internazionale dell'acqua. Durante questo Forum si raccolgono contributi e si dibatte sui problemi globali, regionali e locali legati all’acqua e che possono trovare soluzioni solo tramite degli accordi basati su obiettivi e strategie comuni.
In Veneto l’acqua ad uso potabile proviene per il 90% da pozzi e sorgenti sotterranee, mentre solo il 10% da acque superficiali (fiumi, canali e laghi). Le acque dei pozzi e delle sorgenti sotterranee presentano il vantaggio di una migliore qualità di base e questo comporta minori processi di potabilizzazione.
Pur manifestandosi problemi di efficienza nelle reti idriche con percentuali di perdite sicuramente migliorabili, il livello del servizio finale è buono, essendoci solo il 3,5% delle famiglie che lamentano irregolarità nell’erogazione contro il 10,1% della media nazionale.
Il 23 marzo del 1950 l’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM) ha istituito la prima Giornata mondiale della meteorologia per commemorare l'entrata in vigore in quell’anno della convenzione che ha creato l’OMM stessa. Da allora, il 23 marzo viene celebrata tale ricorrenza in tutto il mondo e, ogni anno, viene proposto un tema relativo alla meteorologia per ricordare il contributo dei Servizi Meteorologici e Idrologici Nazionali che si occupano della sicurezza e del benessere della società. Per il 2019 il tema prescelto è “il sole, la terra e il tempo”: il Sole fornisce l'energia che alimenta tutta la vita sulla Terra; guida il tempo, le correnti oceaniche e il ciclo idrologico; condiziona il nostro umore e le nostre attività quotidiane; è l'ispirazione per la musica, la fotografia e l'arte.


Link al sito dell’