Regione del Veneto - U.O. Sistema Statistico Regionale
Condividi in Facebook Condividi in Twitter Condividi in Google+
 
Vai alla versione in inglese   Vai alla versione in italiano  
HOME > Pubblicazioni > Convegni/Seminari

M.A.S.Ter School 2010

La costruzione sociale del Nord: possibili scenari evolutivi




copertina della pubblicazione

Seminario

23 settembre 2010
Padova, Università degli Studi



Presentazione

I processi di innovazione che stanno caratterizzando le dinamiche dello sviluppo del territorio nell’era dell’economia della conoscenza non possono essere ridotte, oggi, solo a un problema di dimensione delle imprese e di qualità dei processi produttivi, nel senso solo economico e tecnologico del termine, ma devono essere più correttamente intesi in senso sistemico, come il risultato di un complesso processo di costruzione sociale dell’innovazione in cui il ruolo svolto dall’attore politico regolatore, a diversi livelli, va acquistando una rilevanza crescente.
Si tratta di un processo di apprendimento cognitivo e istituzionale che richiede l’acquisizione di nuovi approcci e nuove metodologie, a cominciare dagli strumenti che permettono di implementare politiche innovative, adeguate ai diversi contesti locali e di valutarne correttamente gli effetti prodotti. Nell’era dell’economia globale emergono infatti nuovi tipi di conflitto, politicamente rilevanti, elementi costituivi delle società complesse, come i conflitti globale/locale, flussi/luoghi, che creano spaesamento e che, se non vogliono essere ridotti, in modo strumentale, a non meglio definite “politiche per la sicurezza”, richiedono una mediazione politica a partire da modalità di gestione del tutto nuove dei conflitti, in grado di ricostruire il senso di appartenenza alla comunità e il valore della Politica come progetto di sviluppo condiviso.
Nel campo degli studi poliologici questa innovazione stenta ancora ad affermarsi. Se da una parte le teorie della governance cercano di introdurre la dimensione della rete multilivello e multi-attore nella regolazione dei conflitti, dall’altra la crisi della rappresentanza politica dei partiti tradizionali, e della classe politica più in generale, sottolinea come la legittimazione politica, di fatto, oggi non derivi più automaticamente dal ruolo politico istituzionale, ma debba essere piuttosto conquistata sul campo, attraverso la capacità di trovare modi innovativi e creativi di mediare e risolvere i nuovi tipi di conflitto emergenti.
L’innovazione “di sistema” richiede perciò un forte investimento nella formazione di queste capacità che possono e devono essere apprese, ed è su questi aspetti che operano i percorsi formativi proposti dal Master interateneo in Regolazione dello sviluppo locale e dalla Master School 2010.




Documentazione

  1. Le regioni a confronto: alcuni indicatori socio-economici a confronto
    Maria Teresa Coronella (Dirigente regionale della U.O. Sistema Statistico Regionale)