Sistema Statistico Regionale
VENEZIA - DORSODURO   Rio dei Tre Ponti 3494/A
Vai alla versione in inglese  

I NOSTRI ANZIANI

L’Italia è uno dei Paesi più longevi nel contesto internazionale, con una speranza di vita alla nascita inferiore solo a quella di Giappone (84,1 anni), Svizzera e Spagna (83,8 e 83,5) e due anni superiore alla media UE28 (81 anni).
In Veneto la speranza di vita alla nascita nel 2018 è di 83,6 anni, mentre la media italiana è di 83 anni. Le persone con almeno 65 anni sono 1 milione e 122mila, pari al 22,9% della popolazione, in linea con il valore nazionale. Nello specifico il 5,8% dei residenti veneti ha un’età compresa tra i 65 e i 69 anni, il 10% tra 70 e 79 anni, mentre gli ultraottentenni sono il 7,1% (347.165 persone).
Considerando la fascia della popolazione più anziana, di 80 anni e oltre, la percentuale italiana, simile a quella veneta, è la più alta d’Europa; in Germania, Paese caratterizzato comunque da un sostenuto processo di invecchiamento, il dato si ferma al 6,5%, mentre in Spagna e in Francia al 6,1%; al contrario, in Irlanda e in Slovacchia, dove la struttura per età della popolazione è più giovane, scende al 3,3%.



Il progressivo allungamento della vita è dovuto ai continui progressi della medicina e a diffuse migliori condizioni di vita. Una parte degli anziani è ancora molto dinamica: il 25,7% (23% in Italia) partecipa ad attività sociali, culturali o formative, inoltre il 35,4% (28,6% in Italia) fornisce un sostegno all’interno del proprio contesto familiare, in termini di accudimento e aiuto a parenti conviventi oppure no, ma anche alla più ampia comunità tramite attività di volontariato, rivelandosi una vera e propria risorsa per la società. Complice il fatto di sentirsi ancora in buona salute ed essere soddisfatti e felici della propria vita, come dichiara il 40% di chi ha tra i 65 ei 74 anni e il 30% tra chi ha più di 74 anni.
Tuttavia è indubbio che esiste una certa associazione tra vecchiaia e multicronicità e non autosufficienza. Considerando solo gli anziani che vivono in famiglia, che presentano condizioni di salute e di autonomia migliori rispetto a quelli ricoverati in strutture residenziali, in Veneto il 31% soffre di almeno 3 malattie croniche e tra gli over74 la percentuale sale al 39% (rispetto al 4% tra chi ha meno di 65 anni).
La diffusione di patologie cronico-degenerative peggiora notevolmente la qualità della vita, tanto che oltre il 18% degli ultra75enni patisce gravi limitazioni nelle attività quotidiane dovute proprio a problemi di salute di lunga durata. Anche dal punto di vista psicologico i più anziani si dimostrano particolarmente vulnerabili, sentendosi più spesso tristi e scoraggiati.



In Veneto la maggior parte degli anziani (97%) vive in famiglia a casa propria, spesso anche da soli, almeno finché le condizioni di salute e autonomia lo consentono. Nel 2017 sono quasi 267mila gli anziani (over64) che vivono da soli, e tra questi 187mila circa hanno 75 anni o più, pari al 36% della popolazione di pari età, perlopiù donne (82%).
Quando le condizioni di salute peggiorano, compromettendo l’autonomia nelle attività quotidiane, e la famiglia non riesce a farsene carico, gli anziani possono essere ricoverati nelle strutture residenziali, che oltre all’accoglienza abitativa offrono anche assistenza socio-sanitaria qualificata. In Veneto gli anziani assistiti nelle strutture residenziali sono 33.311 e in nove casi su dieci sono persone in condizione di parziale o totale non autosufficienza.
Dal punto di vista sanitario gli anziani costituiscono una categoria sociale particolarmente vulnerabile. Lo confermano, purtroppo, i dati che ogni giorno giungono in merito all’emergenza sanitaria Covid-19: seppur il virus colpisca tutta la popolazione, sono gli anziani, e in particolare gli over80, quelli che pagano il prezzo più caro. Tra i deceduti, infatti, l’età media in Veneto è di 81 anni: nello specifico, la quasi totalità dei deceduti ha più di 64 anni (93%), il 39% un’età tra i 75 e gli 84 anni e il 38% sopra gli 851.
Gli anziani ricoverati nelle strutture residenziali sono ancora più a rischio: degli oltre 24 mila ospiti sottoposti a controllo finora2 , i positivi sono il 6%, con punte del 9% in provincia di Padova e Venezia, mentre i deceduti positivi al Covid-19 sono 345.

Per approfondimenti sui dati della popolazione in Veneto per età, sesso e stato civile, aggiornati al 2018 e disponibili anche a livello comunale, si segnala l’aggiornamento della nostra banca dati al seguente link:


http://statistica.regione.veneto.it/banche_dati_societa_popolazione.jsp

  1. Dati (agg. 14 aprile 2020) di Regione del Veneto – Azienda Zero: https://www.azero.veneto.it/-/emergenza-coronavirus
  2. Dati al 14 aprile 2020