Sistema Statistico Regionale
VENEZIA - DORSODURO   Rio dei Tre Ponti 3494/A
Vai alla versione in inglese  

A New York, il Climate Action Summit 2019

Il 23 settembre a New York si è tenuto il Climate Action Summit 2019, il summit mondiale per il clima al quale hanno partecipato i capi di stato e di governo, imprenditori, amministratori locali, attivisti e ong. Alla vigilia del traguardo intermedio del 2020 previsto dagli accordi di Parigi Cop21, il segretario generale dell’Onu Guterres ha chiesto a tutti i leader di portare piani concreti per ridurre i gas serra e ottenerne la diminuzione del 45% entro il 2030 e l’azzeramento entro il 2050. La domanda che si pone è se sia possibile raggiungere questi obiettivi con le competenze tecnologiche e scientifiche che abbiamo oggi. Attivisti e studiosi sostengono di sì. Per abbattere le emissioni di CO2, significativi contributi possono giungere dal miglioramento dell’isolamento degli edifici, dagli incentivi all’uso del trasporto pubblico e della mobilità dolce, dall’aumento della quota di energia da fonti rinnovabili.
Ogni anno emettiamo 9 tonnellate di CO2 a testa in Europa (16 negli USA, 0.5 in Bangladesh); se ognuno di noi inizia a seguire i consigli pratici per ridurre il nostro impatto sull’ambiente (ad esempio meno voli aerei, mangiare meno carne, isolamento delle abitazioni, riduzione dell’uso dell’auto) possiamo passare da 9 tonnellate a 3/4. Si tratterebbe di un bel risultato.
In Veneto, nonostante permangano condizioni difficili nelle città relativamente alla qualità dell’aria, le emissioni di CO2 si sono complessivamente ridotte dal 2005 al 2015 del 23,6%. I trasporti su strada rappresentano il settore maggiormente responsabile dell’inquinamento da anidride carbonica, nonostante una diminuzione del 13,1% nell’arco dei 10 anni considerati.