Sistema Statistico Regionale
Vai alla versione in inglese  
VENEZIA - DORSODURO   Rio dei Tre Ponti 3494/A

Meno di una scuola su tre è accessibile in Italia

La scuola è un'occasione per creare incontri e relazioni, per esercitare appartenenza e cittadinanza, è luogo di accoglienza e integrazione oltre che di apprendimento. A tal fine, sono rilevanti i dati sull'accessibilità della scuola per gli alunni con sostegno, utilizzando i dati di fonte Istat dell'indagine sull'inclusione scolastica di tali alunni nelle scuole, statali e non statali.
In Veneto circa il 16% delle scuole ha dichiarato nel 2017/18 di non aver effettuato lavori per migliorare l'accessibilità dell'edificio pur avendone bisogno; si tratta comunque di valori più bassi rispetto alla maggior parte delle regioni italiane (la media nazionale è pari al 18%).
Nel 2017/18 soltanto il 31,5% delle scuole italiane risulta accessibile dal punto di vista fisico-strutturale, ovvero possiedono tutte le caratteristiche a norma (ascensori, bagni, porte, scale) e dispongono, nel caso sia necessario, di rampe esterne e/o servoscala. In linea il dato del Veneto, migliore, invece, appare la situazione del resto del Nord, prima fra tutte la Valle d'Aosta dove i due terzi delle scuole sono a norma. La percentuale si riduce e tocca i livelli più bassi nel Mezzogiorno.
Il problema dell'accessibilità si accentua se si considera la presenza di barriere senso-percettive. In Italia solo il 17,5% delle scuole dichiara di possedere facilitatori senso-percettivi, ovvero di possedere almeno un facilitatore sensoriale tra i seguenti: segnali acustici per non vedenti; segnalazioni visive per sordi/non udenti; mappe a rilievo e percorsi tattili volti a favorire, all'interno del plesso, l'orientamento e la riconoscibilità dei luoghi agli alunni con disabilità sensoriale. Anche in questo caso si delinea un quadro chiaramente dicotomico a livello territoriale: la quota di scuole dotate di ausili senso-percettivi diminuisce progressivamente passando dal Nord al Sud, dal 38,4% registrato a Bolzano all'8,5% rilevato in Calabria. Nella nostra regione tale valore si attesta al 22%. Per completezza, va sottolineato che un numero non basso di scuole non ha risposto ai quesiti sulle barriere, in Italia il 19% mentre in Veneto il 20%.